1969 – Villa al mare.  Palinuro (SA)

Il sito di questa piccola casa per vacanze posta su un pendio di Capo Palinuro che scende verso l’entroterra dettò l’esigenza di valorizzare due viste opposte verso i due golfi che delimitano il Capo. Da qui la disposizione planimetrica nella quale gli ambienti si aprono a ventaglio verso direzioni opposte, espandendosi da un patio aperto centrale.

La monumentalità del paesaggio aperto sull’alta costa del Capo e sul mare era in stridente contrasto con l’esiguità dimensionale dell’intervento richiesto. Il pendìo del terreno suggerì allora l’immagine di un più grande complesso a pianta centrale di cui fosse costruita (e apparisse) solamente la metà a valle mentre, come accade in un rudere parzialmente interrato, la metà a monte apparisse in negativo, scavata entro la collina.

A questo punto entrò prepotentemente in campo una immagine che mi aveva sempre affascinato nella sua  enigmaticità anticlassica: la ben nota pianta  michelangiolesca della mai realizzata chiesa di S. Giovanni dei Fiorentini.

Una pianta centrale che  si sviluppa dalla dualità quadrato-ottagono, ma nella quale l’enfasi dello spazio centrale è posto non (classicamente ) sugli assi, ma sulle diagonali dell’organismo.

Gli assi principali sono chiusi da semplici muri piani, gli assi diagonali si espandono attraverso archi-canocchiale verso nicchie semicircolari. Ecco un buon suggerimento da sviluppare per squilibrare la staticità di una pianta centrale. Coerentemente l’ottagono fu “tagliato” con un piano passante per i vertici (e non per gli assi, il che avrebbe reso le due metà speculari). Questo rendeva la sequenza delle facciate perimetrali aperta (A-B-A-B) anziché chiusa su una simmetria (A/2-B-A-B-A/2)

Tale sequenza “aperta” (grazie anche alla variazione delle facciate A) metteva in dubbio l’altra sequenza, quella generata rigidamente dalla proiezione dal centro dalle pareti del patio quadrato nel perimetro esterno ottagonale mistilineo, fino alle terrazze di forma ottagonale-stellare, aperte nel paesaggio.

  • ANNO : 1968
  • LOCATION :
  • TIPOLOGIA :
  • DIREZIONE LAVORI :
  • PORTFOLIO : 1964-2004